Spedizioni Gratuite! Per ordini superiori a €100,00
3461022189 maggiordomo@nodetective.com
Close
80027 Frattamaggiore - Napoli Via Giovanni DON MINZONI, 127
3461022189 maggiordomo@nodetective.com

Localizzatore microspie – RF DETECTOR PROTECT

1.370,00

Categoria: Product ID: 1965

Descrizione

Il più geniale e piccolo rilevatore detector di microspie al mondo.

Nella descrizione spieghiamo, brevemente, come poter fare una bonifica con 100% di sicurezza nell’ individuare un trasmettiore o una microspia.

Il Protect è una nuova classe di dispositivo di contro-sorveglianza .
A differenza di tutti i dispositivi di ricerca tipica è in grado di rilevare trasmettitori moderni ‘nascosti’ che utilizzano anche protocolli come Bluetooth e Wi-Fi. Questi trasmettitori o microspie, specialmente alcuni tipi Bluetooth, praticamente non sono rilevabili con rilevatori RF comune a causa della loro potenza molto bassa trasmessa e un particolare tipo di modulazione. Il Protect utilizza un canale separato in alta (2.44GHz) frequenza di preselezione per individuare e localizzare Bluetooth e Wi-Fi con una sensibilità molto più elevata rispetti ad altri tipi di rilevatori.
L’unità inoltre elabora il segnale demodulato al fine di identificare quale protocollo è stato rilevato.

Inoltre l’unità in grado d irilevare tutti i ‘classici’ dispositivi di intercettazione e controllare loro per la presenza di correlazione con l’invio di impulsi sonori.

Caratteristiche principalirf detector

Strumento perfetto per la ricerca digitale e analogica dispositivi di intercettazione di trasmissione

Rilevamento di Bluetooth e Wi-Fi. Riconoscimento di altre trasmissioni (GSM, DECT)

Gamma di frequenza: – antenna principale 5-40 MHz; – antenna ausiliare 2,44 GHz

16-segmento barra dell’indicatore grafico

3 modalità: suoni, vibrazioni e misto

Funzione di correlazione – scopre FM-trasmettitori per la presenza di correlazione (suono sondaggio  utilizzato)

2 livelli di sensibilità (attenuatore)

Buona risorsa della batteria (Batteria a lunga durata)

Resistente corpo metallico

controllato da microprocessore

Caratteristiche:

Range di frequenza: Antenna 1: 50-4000 MHz; Antenna 2: 2.44GHz

Alimentazione: 2 batterie tipo AAA

Consumo: oltre 30 mAh

Durata: oltre 20 ore

Segnali: Active antenna, Low battery, Mode, Identification, Attenuator, Secondary demodulation

Il loro utilizzo: Come Effettuare una Bonifica da microspie o ambientale

Prima di iniziare a bonificare, devono essere effettuate alcune attività di preparazione. In primo luogo, è necessario considerare il tempo e le circostanze individuali della scansione. Non essendoci molti dispositivi che vengono controllati a distanza si raccomanda di effettuare una scansione durante l’orario di lavoro in situazioni reali in cui l’intercettatore può ascoltare. Può essere necessario organizzare un incontro fittizio. Nessuno deve sapere sulla ricerca in corso.

Chiudere tutte le tende della stanza. Accendere tutte le luci e attivare qualsiasi altro dispositivo per imitare condizioni normali. Si consiglia inoltre di attivare una sorgente di suono, come un impianto stereo o radio. Questa sorgente sonora ha due funzioni molto importanti:

* Voce: trasmettitori si attivativano con il suono
* Le vostre azioni devono essere nascoste

1. Lasciate la stanza, accendere il Protect (7) e selezionare ANT1 (9). Guarda il grafico a barre (6) e se mostra un livello maggiore (più di 4-5 segmenti), attivare l’attenuatore ATT premendo il pulsante + (8). Questa procedura misura il rumore di fondo della zona circostante.
2. Scegliere la modalità di funzionamento con l’aiuto del tasto MODE (4).
* Per le procedure segrete utilizzare la modalità vibrazione.
* La modalità di suono è più conveniente per l’individuazione ed il controllo della fonte RF.
* La vibrazione o in modalità mista consente all’operatore di evitare costantemente guardando il grafico a barre quando si ispeziona le zone di difficile accesso.
La modalità audio consente all’operatore di ascoltare il segnale in modo che lui o lei possa capire meglio la fonte. Il trasmettitore FM-modulata ( microspia) è in grado di produrre un ‘effetto loopback’ quando l’unità è vicina ad esso o causare l’effetto di una scomparsa dei rumori di fondo, che di solito sono presenti a più distanza dal trasmettitore. In questo caso il ‘ronzio’, che può essere ascoltato in altre parti della stanza può scomparire quando il Protect lo si avvicina al trasmettitore e c’è un silenzio del diffusore. In questo caso si consiglia di utilizzare la funzione ‘CORR’ (10) mentre si guarda il display ‘DEMODULAZIONE’ (3). La Fluttuazione simultanea avvisa del pericolo.
3.

Entrate nella stanza tenendo il Protect mentre si guarda il grafico a barre o prestando attenzione al vibratore. Accendere le luci e altre apparecchiature nella stanza e spegnere . Muoversi nella stanza, continuare a guardare l’indicatore o la percezione per la vibrazione del Protect . Il livello grafico a barre aumenterà o diminuirà quando il rivelatore è più vicino, o più lontano da un dispositivo che trasmette.

Sonda tutti gli oggetti che possono contenere un dispositivo di sorveglianza nascosta. Quando ci si avvicina ad una microspia RF il grafico a barre del Protect salirà (o la vibrazione viene visualizzato). La distanza di rilevamento può variare a seconda della situazione. Di solito il Protect è in grado di rilevare un microfono media radio ad una distanza pari a 20-80 cm, anche se si consiglia di sondare gli oggetti a una prossimità di 10 cm.

Il grafico a barre in grado di visualizzare 16 livelli diversi. È possibile utilizzare l’attenuatore per ridurre la sensibilità durante l’esecuzione della procedura di localizzazione (trovare la sorgente del campo RF). Premere il tasto ATT + quando il grafico mostra un elevato livello forzare l’unità per reagire a un campo più forte.

NB: Se si desidera continuare a bonificare dopo la posizione di una microspia, può essere necessario  ripristinare la normale sensibilità di Protect premendo il pulsante ATT.

Il grafico a barre può spesso mostrare un aumento del livello vicino a cavi o altri oggetti metallici. Questo potrebbe non essere una microspia o un trasmettitore, ma piuttosto il metallo che agisce come un’estensione antenna. Una situazione simile può apparire in aperture di finestre a causa di onde radio provenienti dall’esterno.

Se hai trovato un’area sospetta, accendere il Protect al 2.44GHz seconda antenna (2). In questa modalità l’unità è molto più sensibile a Bluetooth e Wi-Fi  e a protocolli wireless. Misura il livello del campo RF che consente all’operatore di eseguire la procedura di localizzazione. L ‘IDENTIFICAZIONE’ LED (5) mostrerà il colore corrispondente secondo la tabella stampata sul pannello frontale. Dopo aver controllato la presenza di trasmissioni wireless restituire il Protect allo stato iniziale (ANT1) e continuare la ricerca.
4. Ripetere la procedura di scansione per l’intera stanza con l’ANT2 selezionato. Che vi permetterà di trovare fonti di Bluetooth, Wi-Fi, GSM, trasmissioni DECT e trasmissioni di  microspie a bassa frequenza ( da 0,1 a 900 mhz) .

Si prega di notare: ci sono molte varianti del DECT sottotipi in modo che il Protect potrebbe non riconoscere alcuni di loro con il suo display IDENTIFICAZIONE. Tuttavia l’indicatore sua ‘intensità del segnale’ mostra sempre un maggiore livello quando si avvicina una fonte di trasmissione DECT. Provate a formare il vostro udito a riconoscere i diversi tipi di protocolli wireless:
* Bluetooth fornisce un suono ‘crackle’
* Wi-Fi produrrà un suono ‘graffiante’
* GSM dà un ‘ronzio’ (hum)
* DECT è sentito come un ronzio a 50Hz trasformatore AC
Se avete trovato una fonte di trasmissione wireless controllate con molta attenzionenel caso ci siano  telefoni cellulari utilizzati in ufficio. Trasmettitori illegali hanno un certo numero di segni tipici:
* Compatta
* Nascosto
* A mano o realizzati con bassa quantità
* Con microfoni o telecamere
* Impiantati all’interno di un altro pezzo di apparecchiature elettroniche
* Collegato ad una linea telefonica
* Collegato al filo AC o con la propria fonte di energia
* Con l’antenna
* Con una scheda SIM
5. Dopo aver trovato la posizione esatta di un campo alto, eseguire le seguenti azioni:
1. Se il punto critico  è sospetto nelle modalità di suono  verificare la presenza di un effetto di loopback o l’effetto di una scomparsa nel rumore di fondo nei pressi del luogo sospetto
2. Premere il tasto CORR mentre si guarda il display DEMODULAZIONE per trovare le oscillazioni sincrone. Essi mostrano la presenza di correlazione, cioè un microfono radiofonico
3. Seleziona ANT2 e verificare la presenza di protocolli wireless come descritto sopra

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Localizzatore microspie – RF DETECTOR PROTECT”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − nove =